MADONNA ADDOLORATA

Lungo la via che porta al rione Castelluccio, si trova La cappella dell’Addolorata, che prende il nome dall’effige della Madonna addolorata che un tempo era posta sopra all’altare. Il dipinto raffigurava la Madonna trafitta da un pugnale e sorretta da un angelo, con il Cristo appena deposto ai suoi piedi.

Si tratta di una cappella gentilizia, un tempo appartenente alla famiglia “De Pierro”, il cui palazzo si trova pochi metri più avanti, nobile famiglia san martinese, che aveva possedimenti nella campagna vicina e, come consuetudine, dei membri della famiglia che ricoprivano cariche ecclesiastiche.

La costruzione della cappella è riconducibile agli inizi dell’ottocento, poiché si attesta la sua esistenza in un documento del 1833.

La cappella si sviluppa su due livelli: la parte inferiore doveva servire prettamente come magazzino, la parte superiore presenta un soffitto con una volta a crociera e stucchi in stile ottocentesco.

Sotto l’altare era deposto il cristo morto: un cristo intagliato che adesso si trova all’interno della chiesa di san francesco

Nel 2009, come attesta la targa all’esterno, la cappella fu donata dalla famiglia De Pierro al comune di San Martino d’Agri affinché fosse restaurata e riaperta.

GALLERY

GALLERY 360° 

Scopri gli altri punti di Interesse di San Martino

Prosegui il tuo percorso a SAN MARTINO